Archive for agosto 2010

GLI ERRANI su L’OCCIDENTALE.it

20 agosto 2010


https://granbelblog.files.wordpress.com/2010/08/michettiduebagnantifoto1895-1900.jpg?w=266

di  Margherita Macrì e Roberto Santoro

19 Agosto 2010

Da quando è diventato bisessuale il Babbo ha preso a cuore le questioni di gender, che ormai a furia di sentirlo lo so anch’io che significa, e quando viene in spiaggia ogni occasione è buona per difendere il mondo gay. Soprattutto quando certe dichiarazioni di porporati sono un autogol, dal suo punto di vista, e il Babbo può parlar male quanto gli pare della Chiesa. Si è dato inoltre come missione quella di evangelizzare Yoghi sui suoi diritti e sui suoi nemici, i preti.

Con il passar degli anni, il Babbo è diventato sempre più miscredente, non fa altro che comprarsi tomi sulla malvagia Opus Dei e le malefatte dei gesuiti in Sud America, legge avidamente tutti quegli scienziati che fanno propaganda ateista, e va dicendo in giro di aver smesso di credere in Dio perché ho capito di essere una persona razionale, e lo so che finiremo in un mucchietto di cenere disperso chissà dove tra qualche centinaio di anni. Così ogni volta che in spiaggia risuona la campana della chiesetta che abbiamo al villaggio vacanze, lui se la prende con l’invadenza del clero.

Yoghi si è alzato, sbuffando di fatica, dirigendosi verso il mare. Ha detto vado a farmi un bagno, va. Solo che oggi le acque intorno allo stabilimento erano particolarmente agitate, sulla spiaggia il bagnino aveva piantato una bella bandiera rossa, e i bagnanti erano in allerta perché con un mare così rischi di essere travolto dai gorghi. Pur di scampare ai predicozzi del Babbo, Yoghi si è calato lo stesso in acqua, nuotando goffamente verso il largo, fiducioso della sua stazza da boa di galleggiamento. Il fatto è che il mare era davvero agitato e avrebbe complicato la vita a nuotatori ben più esperti di lui, sicché a un certo punto abbiamo sentito gridare aiuto aiuto e lo abbiamo visto che agitava la manona in lontananza, sommerso tra un cavallone e l’altro.

Ci siamo subito lanciati in acqua, io, l’Onorevole e naturalmente il Babbo, nuotando a velocità disperata verso il povero orsacchiotto che se la passava davvero male. E se non fosse stato per il bagnino che a un certo punto ci ha raggiunto e superato tipo Barrichello, ora non so che fine avrebbe fatto Yoghi. Quando finalmente, stremati, abbiamo ritoccato terra al Babbo veniva da piangere, tanto più che il bagnino si è messo a fare la respirazione bocca a bocca al suo compagno. Così il signor Errani si è girato verso di me e con una faccia da francescano mi ha detto: “E’ stata una cosa assurda, non so come spiegarla. Mentre ero in acqua ho sentito un odore dolciastro, poi mi è apparsa davanti un candida figura avvolta in una tunica che mi sorrideva invitandomi a raggiungere Yoghi per salvarlo…”. In quel momento ho capito che il Babbo aveva visto Padre Pio. 

Le avventure degli ERRANI su:
http://loccidentale.it/articolo/quando+il+babbo+vide+padre+pio.0094558

Annunci